Matteo Renzi finisce su Scherzi a parte, niente più documentario

Matteo Renzi finisce su Scherzi a parte, niente più documentario

Matteo Renzi finisce su Scherzi a parte, niente più documentario Credeva di dover girare una scena del suo documentario su Firenze e invece è diventato vittima di «Scherzi a parte», il programma televisivo di Canale 5. Matteo Renzi, impegnato da un mese e mezzo nelle riprese in vari punti della città (l’ultimo set è stato la chiesa di Orsanmichele), ieri mattina aveva appuntamento in un noto ristorante di Bagno a Ripoli (Centanni) per dare un respiro diverso alla narrazione di «Florence». In pratica, secondo le spiegazioni fornitegli prima dalla regia e dalla casa produttrice Arcobaleno Tre di Lucio Presta, c’era bisogno di uno sfondo tipicamente toscano, tutto colline e oliveti, per creare un intermezzo nel racconto su Firenze e i luoghi scelti per raccontarne la storia e gli aspetti meno conosciuti. Alle 10,30 l’ex presidente del consiglio si è presentato all’appuntamento a Centanni. Con il classico look che lo contraddistingue – abito blu e camicia bianca …