Firenze, moschea abusiva rilascia certificati anagrafici: autorizzata da Nardella

Firenze, moschea abusiva rilascia certificati anagrafici: autorizzata da Nardella

Firenze, moschea abusiva rilascia certificati anagrafici: autorizzata da Nardella Donzelli (FDI): “Interrogazione alla Camera. Gravissimo accreditamento, governo intervenga”. Firenze: “Dario Nardella (PD, Partito Democratico) permette il rilascio dei certificati anagrafici nella moschea abusiva che sorge nel quartiere di San Jacopino, come dimostra un cartello su carta intestata del comune di Firenze affisso sulla porta dei locali di via Targioni Tozzetti. E’ gravissimo che le istituzioni a guida Partito democratico, dopo aver permesso la nascita e l’esistenza di un luogo di culto senza autorizzazioni e senza conoscerne i finanziatori, oggi addirittura lo legittimino autorizzandolo ad emettere certificati anagrafici. Poco significa che in quei locali abbia sede l’associazione ‘Centro Culturale del Bangladesh’, con la quale è stato evidentemente stipulato l’accordo: lì si continua a pregare senza autorizzazioni né controlli, e senza sapere cosa si dice nei sermoni. In questo contesto accreditare la struttura come interlocutore significa mettere il pericolo la stessa sicurezza …

Firenze, concorsi pilotati alla facoltà di Medicina, interdetti otto professori

Firenze, concorsi pilotati alla facoltà di Medicina, interdetti otto professori

Firenze, concorsi pilotati alla facoltà di Medicina, interdetti otto professori Tre docenti sospesi per un anno, cinque per 6 mesi. L’inchiesta su presunte turbative nella programmazione dei concorsi per professori e ricercatori. Nuovo terremoto in seguito all’inchiesta sui concorsi all’Università di Medicina a Firenze: otto docenti universitari, di cui sei in servizio all’ospedale fiorentino di Careggi, sono stati interdetti dai pubblici uffici (ovvero dalla loro attività accademica, ma non dall’esercizio della professione medica) per durate che variano da 6 a 12 mesi, nell’ambito dell’inchiesta della procura di Firenze su presunte turbative nella programmazione dei concorsi per professori e ricercatori. Lo ha deciso il gip Anna Liguori. L’inchiesta della Procura avviata alla fine del 2017, ha messo in luce irregolarità che hanno riguardato le attività di predisposizione della programmazione triennale delle chiamate per professori e ricercatori universitari, nonché una procedura concorsuale per l’individuazione di un professore associato. Le condotte oggetto di accertamento …

Firenze, rissa in centro: rincorso e pestato all’ora dell’aperitivo

Firenze, rissa in centro: rincorso e pestato all’ora dell’aperitivo

Firenze, rissa in centro: rincorso e pestato all’ora dell’aperitivo Aggredito in mezzo alla strada a Firenze tra i passanti che rientravano a casa dopo aver fatto la spesa e i giovani impegnati nell’aperitivo. Forse è stato un regolamento di conti tra spacciatori a movimentare la serata dei locali tra piazza Sant’Ambrogio e piazza dei Ciompi. Ad avere la peggio un tunisino di 33 anni con precedenti per spaccio, rissa, evasione e resistenza: è stato aggredito da un gruppo di quattro persone, probabilmente tutti nordafricani, martedì sera poco dopo le 19,30. Secondo una prima ricostruzione dei carabinieri l’uomo sarebbe stato rincorso da Sant’Ambrogio e poi colpito anche con una mazza e con un sellino di una bicicletta. Ha riportato varie ferite, anche alla testa, ma non sarebbe in gravi condizioni. Dei quattro aggressori uno è stato bloccato da una pattuglia della guardia di finanza che si trovava in zona. Alcuni testimoni …

Spinta in strada e investita a Firenze

Spinta in strada e investita a Firenze

Spinta in strada e investita a Firenze Spinta da dietro mentre era sul marciapiede e fatta cadere in strada, dove è stata investita da un’auto in transito. E’ accaduto ieri intorno alle 13,40 a Firenze, all’altezza di Porta al Prato, vittima una donna di 57 anni che ha riportato la frattura di una spalla. Il presunto autore del gesto è un 31enne somalo, accusato da un testimone, bloccato dalla polizia poi intervenuta. Il pm di turno ha però poi disposto che l’uomo fosse rimesso in libertà per l’assenza del requisito della quasi flagranza di reato. Secondo il racconto del testimone, la donna era ferma sul ciglio della strada, in attesa del verde a un passaggio pedonale, quando senza apparente motivo il 31enne l’avrebbe spinta facendola cadere in strada dove poi è stata investita. Il somalo, senza fissa dimora e irregolare in Italia, è stato trattenuto sul posto dallo stesso teste, …

Riciclaggio, scoperte due banche abusive. Nove arresti

Riciclaggio, scoperte due banche abusive. Nove arresti

Riciclaggio, scoperte due banche abusive. Nove arresti Nove arresti, sette in carcere e due ai domiciliari: è il risultato di un’operazione della Guardia di finanza  in esecuzione di una misura di custodia cautelare disposta dal gip su richiesta della pm Ester Nocera. Sono state scoperte due banche abusive dotate di ‘sportelli’ presso esercizi commerciali nel centro storico di Firenze, tra cui due centri di servizi agli immigrati (agenzie di viaggio) e una macelleria, specializzate nel trasferimento di denaro frutto di attività illecite, in particolare spaccio di droga, che tra il 2017 e il 2018 avrebbero movimentato 5 milioni di euro dall’Italia al Marocco. Altre 5 persone sono state sottoposte all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Secondo quanto accertato dalla gdf, i destinatari delle misure, per la maggior parte marocchini, apparterrebbero a due gruppi criminali, organizzati per l’esercizio abusivo dell’attività finanziaria con carattere di transnazionalità e per il riciclaggio di denaro. I soldi venivano trasferiti eludendo i tradizionali canali del …

Matteo Renzi finisce su Scherzi a parte, niente più documentario

Matteo Renzi finisce su Scherzi a parte, niente più documentario

Matteo Renzi finisce su Scherzi a parte, niente più documentario Credeva di dover girare una scena del suo documentario su Firenze e invece è diventato vittima di «Scherzi a parte», il programma televisivo di Canale 5. Matteo Renzi, impegnato da un mese e mezzo nelle riprese in vari punti della città (l’ultimo set è stato la chiesa di Orsanmichele), ieri mattina aveva appuntamento in un noto ristorante di Bagno a Ripoli (Centanni) per dare un respiro diverso alla narrazione di «Florence». In pratica, secondo le spiegazioni fornitegli prima dalla regia e dalla casa produttrice Arcobaleno Tre di Lucio Presta, c’era bisogno di uno sfondo tipicamente toscano, tutto colline e oliveti, per creare un intermezzo nel racconto su Firenze e i luoghi scelti per raccontarne la storia e gli aspetti meno conosciuti. Alle 10,30 l’ex presidente del consiglio si è presentato all’appuntamento a Centanni. Con il classico look che lo contraddistingue – abito blu e camicia bianca …