Nel Mediterraneo 10 navi Ong: è ripreso l'assalto ai porti italiani

Nel Mediterraneo 10 navi Ong: è ripreso l’assalto ai porti italiani

Nel Mediterraneo 10 navi Ong: è ripreso l’assalto ai porti italiani M5s e Pd prontri a chiudere l’accordo. In agenda anche una nuova politica per l’accoglienza. E le ong tornano in mare e a puntare l’Italia. “Leggi e confini vanno rispettati”. Quando la nave “Eleonore” della ong Mission Lifeline decide di forzare il divieto di ingresso nelle acque territoriali italiane e fare rotta verso il porto di Pozzallo, Matteo Salvini reagisce con fermezza intimando un nuovo alt. “Se qualcuno pensa di fregarsene senza conseguenze ha sbagliato di grosso e ha sbagliato ministro”, intima il ministro dell’Interno promettendo di fare “di tutto per difendere l’Italia”. L’imbarcazione dell’organizzazione non governativa tedesca non è l’unica a impensierire il Viminale. Da giorni, infatti, la Mare Jonio dell’ong “Mediterranea Saving Humans” staziona davanti al porto di Lampedusa chiedendo di poter far sbarcare gli immigrati che ha a bordo. Al largo, invece, c’è la Alan Kurdi della ong tedesca Sea Eye che sta cercando un “porto …